Yuko Hasegawa è la nuova giurata della Florence Biennale 2019 - Biennale

CustomWidgetTemplate

Yuko Hasegawa è la nuova giurata della Florence Biennale 2019

 

 Florence Biennale è lieta di annunciare un nuovo membro della Giuria Internazionale
 
 

La XII Florence Biennale ha una nuova giurata giapponese che andrà a sostituire B. Bhaskaran, direttore della Lalit Kala Akademi Government of India fondata dal Ministero della Cultura.

 

Si tratta di Yuko Hasegawa, direttrice artistica del Museum of Contemporary Art, Tokyo (2016 – presente) e professoressa alla Graduate School of Global Arts, Tokyo University of the Arts (2016 – presente). È stata Chief Curator e Founding Artistic Director (1999 – 2006) del 21st Century Museum of Contemporary Art, Kanazawa e Chief Curator del Museum of Contemporary Art, Tokyo (2006-2016). Dal 2011 è direttrice artistica di Inujima Art House Project. Tra le mostre che ha recentemente curato troviamo: Fukami Exihibition all’Hotel Salmon de Rothschild, Parigi (2018); Saudade: Unmemorable Place in Time alla Fousun Foundation, Shanghai, (2018); Kishio Suga: Situations al Pirelli HangarBicocca, Milano (2016).

 

Yuko Hasegawa ha lavorato per vari progetti in diverse biennali nel mondo. Ha partecipato alla 2° Beijing Photo Biennial 2015 (Co-curator, 2015), 11° Biennale d’arte di Sharjah (Curator, 2013); la 29° Biennale di San Paolo (Co-curatore, 2010), la 12° Biennale di Architettura di Venezia (Artistic Advisor, 2010), la 4° Biennale Internazionale d’Arte di Seoul (Co-curatore, 2006), la 50° Esposizione Internazionale d’Arte in Giappone (Commissioner, 2003), la Shanghai Biennale 2002 (Co-curator, 2002-2003) e la 7° International Istanbul Biennial (Artistic Director, 2001).

 

Tra le mostre di cui è stata curatrice ricordiamo: Oscar Niemeyer – L’uomo che costruì Brasilia, Museo di Arte Contemporanea di Tokyo, Giappone (2015); KISHIO SUGA – LATENZA SITUATA, Museo di arte contemporanea di Tokyo, Giappone (2015); Thomas Demand, Museo di arte contemporanea di Tokyo, Giappone (2012), Atsuko Tanaka – The Art of Connecting, Museo di arte contemporanea di Tokyo, trasferito all’Espai d’Art contemporánes de Castelló, Valencia (Spagna) e Ikon Gallery, Birmingham, Regno Unito, (2012); Trans-Cool Tokyo, Contemporary Japanese Art della MOT Collection, Museo di arte contemporanea di Tokyo; Matthew Barney: Drawing Restraint, 21st Century Museum of Contemporary Art, Kanazawa, Giappone; Travelled to Leeum, Museo d’arte Samsung, Corea e Museo d’arte moderna di San Francisco, USA (2005); Liquid Crystal Futures: 11 Contemporary Japanese Photography  (Edimburgo, 1994-1996), Atsuko Tanaka – L’arte di Connecting, IKON Gallery, Museum of Contemporary Art Tokyo, Giappone (2012).

 

È stata membro dell’Asian Advisory Board presso il Solomon R. Guggenheim Museum (2008 – 2012), attualmente è membro del comitato consultivo del Rockbund Art Museum (dal 2014), del comitato consultivo internazionale del Centre for Contemporary Art Singapore (CCA), (2014-oggi) e membro della giuria internazionale del Nasher Prize Nasher Sculpture Center (2015-oggi).

 

X

Cerca