I EDIZIONE 1997 - Biennale

CustomWidgetTemplate

I EDIZIONE 1997

Un nuovo modello di esposizione internazionale

La Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Firenze, conosciuta oggi come Florence Biennale, è stata fondata nel 1997. Nata come risposta alla necessità di ospitare un sano confronto interculturale ed interdisciplinare, si è poi trasformata in un vivace dibattito incentrato su una visione ampia e completa dell’esperienza artistica contemporanea internazionale.

Questo primo esperimento è stato accolto con grandissimo successo; a rispondere all’invito sono stati artisti da oltre 20 Paesi: a loro è stata offerta l’occasione non solo di dialogare con il pubblico ma soprattutto di confrontare le esperienze individuali e i risultati di indagini artistiche personali.

La Florence Biennale si è imposta sin da subito come una straordinaria manifestazione di impegno a favore di un modello di evento internazionale radicalmente innovativo
L’arte contemporanea si trovava infatti in quegli anni ad un punto di svolta; è stato con questo evento che per la prima volta gli artisti hanno potuto operare al di fuori del cono d’ombra delle tendenze in voga e il triangolo costituito da studio, galleria e museo (o collezione) che aveva da sempre contribuito a portare alla ribalta gli artisti stava mostrando segni di cedimento. 
La Florence Biennale è stata fondata proprio con questo spirito: non vi era mai stato, fino alla sua fondazione, un evento internazionale con un rapporto così diretto tra lo studio dell’artista e il pubblico di una mostra. Il suo scopo era – ed è tuttora – quello di offrire ai tanti dotati artisti giovani e in carriera la possibilità di esporre le loro opere più recenti e di dare il proprio contributo in una panoramica dalle forme artistiche più attuali. 
Tutto ciò nella cornice di Firenze, città rinascimentale chiamata a recuperare il suo ancestrale ruolo di libera piazza delle arti, di palcoscenico dell’estro di artisti e creatori. A rendere questo evento unico nel suo genere è stato ed è proprio il fatto che si svolga in un contesto storico per eccellenza, riproposto in questa occasione in una veste attuale e contemporanea.

I premi alla carriera della prima edizione

Madrina della prima edizione è stata l’acclamata Étoile della Scala di Milano Carla Fracci, che in questa occasione ha ricevuto il Premio “Lorenzo il Magnifico” alla Carriera. Insieme a lei sono intervenuti altri due esponenti della cultura di fama internazionale: Ferruccio Soleri, storico interprete dell’Arlecchino del Piccolo Teatro di Milano, che è stato insignito del Premio “Lorenzo il Magnifico” come riconoscimento per il suo impegno interdisciplinare in ambito artistico-culturale, e Dolorès Puthod, artista e scenografa della Scala di Milano, premiata per aver dedicato la sua intera indagine stilistica all’interpretazione grafica della Commedia dell’Arte. 

Direttore Artistico: Stefano Francolini

Patrocini

Consiglio Regionale della Toscana
Provincia di Firenze
Comune di Firenze

Giuria Internazionale

Stefano Francolini – Storico dell’arte, Direttore del Museo Davanzati di Firenze (ITALIA)
Paolo Levi – Storico dell’arte ed esperto di arte e finanza (ITALIA)
Matty Roca – Critico d’arte (MESSICO) John T. Spike – Storico dell’arte (USA)
 

X

Cerca