Art of Toys: il mondo del Fantastico alla Florence Biennale 2019 - Biennale

CustomWidgetTemplate

Art of Toys: il mondo del Fantastico alla Florence Biennale 2019

Art of Toys, il neo-movimento artistico fondato da Francesco Ristori e da 15 artisti, designer e illustratori provenienti dal mondo del cinema, dell’advertising, del fumetto e del gaming, ha scelto Florence Biennale 2019  per presentare in anteprima il proprio Manifesto.


Durante i 10 giorni della XII Florence Biennale, che per la prima volta apre al Design nell’anno delle celebrazioni del genio di Leonardo da Vinci, i 16 di Art of Toys saranno infatti presenti con le loro avveniristiche creazioni – per lo più opere figurative, “Ready Made” e opere multimediali.

“Pop Darth”, Kaneda
“Pop Darth”, Kaneda

Art of Toys intende contribuire con nuovi standard espressivi alla creazione dell’immaginario fantastico, tradizionalmente presente nel mondo del fumetto, del gaming e dell’industria del giocattolo.


Attraverso una continua ricerca concettuale, estetica e comunicativa, e spesso a partire  dalla propria intima e personale riflessione, i 16 di Art of Toys giungono così alla loro peculiare interpretazione, modellazione e forgiatura del Fantastico.

 

“Il futuro futuribile del Novecento diventa oggi strumento di ricerca artistica e tecnologica, nel presente verso il futuro.

Tutto si fonde in una nuova creatura tecnorganica, nostalgica delle eccellenze vintage, e al tempo stesso avida di innovazione, rappresentando un unicum coerente.”

“Childhood’s End”, Ristori
“Childhood’s End”, Ristori

I 16 di Art of Toys a Florence Biennale 2019


– Giulio Mosca, alias Baffo, nome derivato dalla sua prima creatura, personaggio che in poche settimane dalla sua uscita online nel 2015 divenne fenomeno virale.

“Il rumore dello spazio”, Baffo
“Il rumore dello spazio”, Baffo

Bax, Basilio Trombetta, modellista e creatore di figure robotiche ispirate all’animazione giapponese.

 

Codeczombie, ispirato dall’amore per la scultura, realizza in edizione limitata giocattoli in resina.

“Feeding Plants”, Kodec Zombie
“Feeding Plants”, Kodec Zombie

Cometdebris, al secolo KoJi Harmon, a partire dall’immaginario del fantastico giapponese, crea nuovi originali personaggi.

 

Daniele Fallani presente con le sue originali creazioni artistiche a tema ludico.

 

Fabio Angelini, modellista, designer e illustratore, ha vinto il Gunpla Builders World Cup Italy, nel 2018.

 

Francesco Ristori, presidente di Florence Toy Museum, fondatore di Art of Toys e autore del suo Manifesto. Fotografo e curatore espositivo, autore del libro “Robot Fever”.

 

Gabriele dell’Otto è fumettista e illustratore italiano. Ha lavorato per Sergio Bonelli Editore e per i grandi editori Internazionali come  “Marvel Comics Secret War”, “Avengers Annual”, “Avenging Spider-Man” 14 e 15, “Amazing Spider-Man: Family Business”.

“Heart of Steel”, Gabriele dell’Otto
“Heart of Steel”, Gabriele dell’Otto

Nello stesso spazio espositivo saranno presenti anche…


Giovanni Pierantoni,  architetto, industrial designer e illustratore.

 

Giuseppe di Bernando, firma storica  del personaggio culto del fumetto nero italiano, “Diabolik”. È stato premiato come autore di fumetti con una Scure d’Oro e un Crepax Awards.

 

Kaneda, al secolo Alessandro Pautasso, è un graphic designer/illustratore torinese. Durante questi anni ha inoltre collaborato con entità del calibro di “The New York Times”, “Los Angeles Times”, Greenpeace.

 

KIDDO, al secolo Carlo Nannini, da oltre vent’anni scolpisce in marmo e pietra le icone pop contemporanee.

 

– Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ,  è un fumettista e illustratore italiano. È noto in particolare per i volumi di graphic novel Golem e Astrogamma, entrambi editi da Bao Publishing.

 

Piero Fragola è regista, grafico e sound designer, docente di Linguaggi e Tecniche dell’Audiovisivo e Videodesign & Mapping  presso LABA e IED di Firenze.

“Florence from Outer Space”, Fragola
“Florence from Outer Space”, Fragola

Roberto Fazio, affascinato dall’interazione uomo-macchina e dalla computer vision, realizza i suoi progetti attraverso i paradigmi dell’interaction design e computing.

 

TEX, Alessio Tommasetti,  architetto, designer e concept artist. È inoltre fondatore, socio e responsabile legale dello Studio D’Arc e socio fondatore delle associazioni Ludomaniacs e Kraken Works.

TEX
TEX
X

Cerca