Il Premio "Lorenzo il Magnifico" alla Carriera a Michelangelo Pistoletto | XIII Florence Biennale 2021 - Biennale

CustomWidgetTemplate

Il Premio "Lorenzo il Magnifico" alla Carriera a Michelangelo Pistoletto | XIII Florence Biennale 2021

È stato conferito questa mattina, nell’ambito della XIII Florence Biennale, mostra internazionale di arte contemporanea e di design in svolgimento fino a domenica alla Fortezza da basso di Firenze, il Premio "Lorenzo il Magnifico" alla Carriera, per l’arte, all’artista Michelangelo Pistoletto.

 

Questa la motivazione del riconoscimento che gli è stato consegnato da Piero Celona, vicepresidente della Florence Biennale: «per la continuità della ricerca, condotta per oltre sessant’anni in ambito artistico e interdisciplinare, che ha portato contributi di fondamentale importanza non solo alle discipline artistiche ma anche a quelle umanistiche, scientifiche, e sociali. Un’arte, quella di Michelangelo Pistoletto, che ha dato avvio a pratiche e percorsi di militanza in tutto il mondo, in cui l’Arte è al centro di una trasformazione responsabile e sostenibile della società. Principi, questi, su cui si fonda il progetto di Cittadellarte, organizzazione non profit con sede a Biella, che pone l’arte in diretta interazione con i diversi settori della società, attraverso l’attuazione di programmi orientati   alla promozione delle differenze culturali come sistema di arricchimento dei valori individuali e sociali, della salvaguardia ambientale, della responsabilità dell’artista e della sua opera nei confronti della società. Michelangelo Pistoletto viene premiato per il suo eccellente lavoro di diffusione, attraverso le arti, della demopraxia, quindi della partecipazione attiva dei cittadini ai processi di progettazione, sviluppo e gestione della società. Michelangelo Pistoletto viene inoltre insignito di questa onorificenza alla carriera per il suo costante contributo alla costruzione del dialogo fra le parti sociali, perseguito con determinazione, con la convinzione che per completare l’opera di umanizzazione planetaria è necessario considerare prioritari la difesa dei diritti umani, la tutela delle biodiversità e del loro habitat, la promozione della giustizia e della pace nel mondo».

 

Durante l’intervento di ringraziamento, l’artista ha ripercorso gli inizi del suo lungo viaggio artistico apprezzando Florence Biennale come dimostrazione dell’umano bisogno di espressione, «di esser presenti nelle forme con artisti provenienti da paesi diversi e da culture diverse, creando un parallelismo con la ‘bandiera del mondo’ che abbiamo fatto, il Terzo Paradiso, dove ogni bandiera è un segno».

 

L’artista propone in Biennale insieme ad Angelo Savarese il suo Terzo Paradiso, insieme alle opere di decine di altri militanti dell’arte che animano il progetto allestito nel Padiglione Cavaniglia.

 

Da segnalare che nel pomeriggio, alle 16 le bandiere del Terzo Paradiso, l’opera di Pistoletto e Savarese in mostra nel Padiglione Cavaniglia, verrà riassemblata e verrà creata una nuova bandiera del mondo.

 

Quindi alle 17 in area teatro del Padiglione Spadolini della Fortezza da basso, Michelangelo Pistoletto, insieme agli altri due premiati alla carriera di questa XIII edizione di Florence Biennale – Vivienne Westwood e Oliviero Toscani – parteciperà alla tavola rotonda introdotta e moderata da Fortunato D’Amico, curatore del Padiglione Cavaniglia. Sarà possibile seguire in diretta streaming l’incontro sulla pagina Toutube di Florence Biennale, all’indirizzo https://youtu.be/lhj70eIAXts.

 

Florence Biennale Media Office

 

Photo by: The Factory

X

Cerca