La Storia

Dalle origini ad oggi

Agli esordi della Florence Biennale, negli anni Novanta, una rassegna d’arte sarebbe stata un evento consueto a Firenze, città che vanta una antica tradizione d’arte e che fu “culla del Rinascimento”. Una biennale internazionale d’arte contemporanea che fosse al tempo stesso una “vetrina” e uno spazio di dialogo fra gli artisti stessi e il loro pubblico, invece, si sarebbe rivelato un evento straordinario. I fondatori, Piero e Pasquale Celona, insieme a un comitato di artisti, curatori e critici d’arte, proposero un modello di biennale in cui talenti emergenti così come gli artisti affermati potessero esporre le loro opere in un contesto libero e indipendente. Nacque così la Florence Biennale, concepita come “assemblea generale” di artisti da tutto il mondo chiamati a intervenire all’esposizione internazionale d’arte contemporanea di Firenze. Nel 1997, ovvero in un periodo in cui internet non aveva ancora avuto ampia diffusione, la risposta fu sorprendente: 317 artisti provenienti da 20 Paesi vennero a esporre i loro lavori nella città medicea.

Da allora quasi 6000 artisti da oltre 100 Paesi hanno preso parte alla Florence Biennale esponendo le loro opere nel corso delle diverse edizioni di una manifestazione che, sotto la direzione di Jacopo Celona, continua ad essere una piattaforma internazionale, indipendente e multanime per l’arte contemporanea.

Nel corso di ogni edizione della Florence Biennale, gli artisti distintisi per le opere in concorso nelle categorie artistiche di riferimento ricevono il Premio Internazionale “Lorenzo il Magnifico”, assegnato da una giuria internazionale costituita da personalità di rilievo del mondo dell’arte e della cultura.

La Florence Biennale conferisce inoltre il Premio “Lorenzo il Magnifico” alla carriera a persone e istituzioni che si siano distinte per meriti artistici o per il loro contributo alla cultura.

Fra i premiati per l’arte delle passate edizioni ricordiamo David HockeyChristo and Jeanne-ClaudeRichard AnuskiewiczGilbert and GeorgeMarina Abramović, Shu YongJosé Luis CuevasAgatha Ruiz de la PradaAnish Kapoor  e Marta Minujín.

Il dialogo fra i popoli attraverso l’arte e il rispetto delle diversità culturali, ispirato ai principi di pace e tolleranza, sono valori fondanti della Florence Biennale, che si svolge con il patrocinio di autorità pubbliche italiane a livello governativo e locale. Partner ufficiale del programma delle Nazioni Unite Dialogo tra le Civiltànel 2001, la Florence Biennale ha ricevuto nel 2007 il Premio dell’Associazione Artists for Human Rights fondata da Anne Archer. Questo riconoscimento è stato consegnato al Presidente della Florence Biennale, Pasquale Celona, artista egli stesso, per l’impegno in difesa dei diritti umani attraverso i linguaggi dell’arte.

Nel 2013 la Florence Biennale ha acceso la partnership con la Federazione Italiana dei Centri UNESCO e presentato la Carta Etica dell’Artista del Nuovo Millennio al XXXIII Convegno Mondiale dei Centri UNESCO. Nel 2015 Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, ha conferito il “Pegaso d’Argento” alla Florence Biennale per l’eccellenza nella promozione dell’arte contemporanea a livello internazionale.