Chen Cheng-Hsiung

Premio “Lorenzo il Magnifico” alla Carriera 2001

La III edizione della Florence Biennale ha rivolto il suo sguardo verso l’oriente più estremo invitando l’artista Chen Cheng-Hsiung, pioniere dell’astrattismo taiwanese, a ricevere il Premio Internazionale “Lorenzo il Magnifico” alla Carriera.

Chen Cheng-Hsiung è un artista rinomato a livello internazionale con all’attivo esposizioni non solo a Taiwan e in Cina, ma anche in Francia, Italia e negli Stati Uniti d’America. Nato nel 1935 a Taipei, è il più giovane dei tre artisti cinesi (Zao Wou-ki, Chu Teh-Chun) che hanno contribuito alla nascita e allo sviluppo dell’espressionismo astratto orientale.
Proveniente da una formazione artistica basata sulla pittura rappresentativa ad olio,

dal 1958 ha avviato una sua personale ricerca stilistica con la pratica dell’astrattismo.
Durante la sua carriera artistica si è spostato più volte da un tipo di astrattismo ad un altro, sempre alla scoperta di ambiti nuovi da esplorare.

Il lavoro di Chen appartiene alla tradizione orientale di astrazione lirica, la sua ispirazione proviene dall’arte primitiva ed è evidentemente segnata dalla personale eredità culturale. Le marcate linee calligrafiche, tipicamente orientali, si intrecciano a macchie di colore astratte in una composizione armonica che riunisce Oriente ed Occidente e combina stile tradizionale e astratto.