BIOGRAFIA

Mario Pachioli, scultore monumentalista, vive e lavora a Firenze. Diplomatosi all’Istituto Statale d’Arte di Vasto, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Prof. Antonio Berti. Si distingue in mostre personali e collettive a livello nazionale ed internazionale. Tra i lavori più importanti si ricorda il monumento a S.Pio da Pietrelcina, nella Chiesa dei SS.Gervasio e Protasio a Firenze, inaugurato da Madre Teresa di Calcutta. Le sue opere sono state inserite nelle collezioni di vari musei, tra cui i Musei Nazionali di Cracovia e Varsavia, Polonia; il Museo Civico di Stia, Arezzo; e il Museo Nazionale del Bargello a Firenze

L’incontro con il refrattario – materiale che l’artista predilige – rivoluziona il suo rapporto con la materia. Le sue caratteristiche di forza e di duttilità lo conquistano, soggiogandolo a un apprendimento e a un perfezionamento praticamente continuo. La possibilità di tradurre un’opera finita in bronzo, sdoppiandola in due distinte unità identiche e al tempo stesso diverse nella resa di superfici e tonalità cromatiche, lo entusiasma. Ormai orientato verso un felice mondo figurativo, si distingue in mostre personali e collettive a livello nazionale e internazionale.

 

Scarica il CV completo qui